Wigforce Story

Denis Forman

Anno: 2012
 Wigforce StoryWigforce Story
Prezzo:
Prezzo di vendita: 12,75 €
Sconto: 2,25 €
Descrizione

Autore: Denis Forman

Pagine: 264

Anno: 2012
ISBN: 978-88-95535-005
Disponibile


Wigforce Story, la traduzione italiana di To Reason Why di Denis Forman. Wigforce era l’iniziale denominazione attribuita dalle truppe alleate alla formazione mista comandata dal maggiore inglese Lionel Wigram, che per primo, comprendendo le sofferenze delle popolazioni locali, sostenne con forza le ragioni dei volontari della Maiella, superando pregiudizi, diffidenze o addirittura ostilità da parte delle truppe alleate nei confronti degli italiani, per accogliere nella propria compagnia i primi partigiani. L’eroico maggiore sarà colpito a morte il 3 febbraio 1944 nei durissimi scontri di Pizzoferrato. L’evento non fermò l’inarrestabile processo di aggregazione dei patrioti, ormai considerati indispensabili dai vertici della VIII Armata, che portò alla costituzione della Brigata Maiella, la quale contribuì alla liberazione dell’Abruzzo e dell’Italia.

La storia della Wigforce (To Reason Why, nell’edizione inglese) è stata raccontata da Sir Denis Forman, allora responsabile del presidio di Casoli, per rispondere alla domanda della sig.ra Olga, moglie dell’amico Wigram, che gli chiese perché il marito Lionel fosse morto. Dalla voce di un protagonista, che ritornato alla vita civile fu un pioniere della televisione inglese, la storia di Wigram e della prime fasi della guerra a sud della linea Gustav, viene esposta in modo avvincente, alla stregua di un romanzo, cogliendo oltre agli aspetti bellici, anche le vicende umane di quei giorni drammatici. Una lettura emozionante e piacevole al tempo stesso. Si direbbe quasi la sceneggiatura di un film, a fronte di storie purtroppo reali, che andrebbero meglio conosciute e che Sir Denis continua a divulgare per chiarire la storia della Wigforce e per difendere la reputazione dell’eroico amico.

L'edizione italiana è impreziosita da una prefazione di Sir Denis datata 4 ottobre 2011, dalla quale emerge la profonda considerazione e il rispetto per gli uomini della Maiella definiti “l’essenza dei combattenti per la libertà del mondo” e ancora: “Quando, dopo la guerra, sentivo la gente parlare sprezzantemente dell'esercito italiano, pensavo che se fosse stato reclutato tra uomini della qualità dei nostri combattenti della Wigforce, esso sarebbe stato il corpo di uomini più formidabile nel mondo”.

Il maggiore Forman (nato in Scozia nel 1917) lasciò Casoli per Cassino dove, durante gli scontri del marzo '44, perse una gamba. Ancora oggi ricorda, nella prefazione, che: “Nulla è così nitido quanto i ricordi della guerriglia sulle colline pedemontane e nei villaggi all’ombra dell’imponente Maiella”. Denis Forman, ottobre 2011.