Tutto su turismo, cultura e ambiente
Accedi Registrati

Accedi

Il carrello è vuoto
Il carrello è vuoto

Redazione

Coralli, spugne, briozoi, ricci di mare e diverse specie ittiche. È interessante il popolamento biologico che colonizza le scogliere del Porto di Ortona osservato dal drone subacqueo Blucy in missione scientifica da lunedì scorso sulla Costa dei Trabocchi nell’ambito del progetto europeo SUSHI DROP (SUstainable fiSHeries wIth DROnes data Processing).

L’obiettivo? Monitorare lo stato di salute dei fondali marini e condividere i risultati con i principali portatori di interesse, così da poter attuare piani di gestione puntuali per la tutela e la conservazione della biodiversità del mar Adriatico.

Il progetto, coordinato dall’Università di Bologna, sotto la supervisione di Luca De Marchi, docente di Ingegneria dell'Energia Elettrica e dell'Informazione e coordinatore di SUSHI DROP, conta tra i partner, oltre al Flag Costa dei Trabocchirealtà abruzzese che supporta l’azione di attori pubblici e privati del settore della pesca secondo un modello di gestione ispirato a criteri europei; la Regione Marche, l’Institute of Oceanography and Fisheries (IOF), l’Association For Nature, Environment And Sustainable Development (SUNCE) e la Contea di Split e Dalmazia (SDC), tutti con sede a Spalato, ed è finanziato dalla Commissione Europea con oltre 1,7 milioni di euro nell’ambito del Programma Interreg Italia-Croazia.




Dal 21 maggio al 17 ottobre 2021 l’Abbazia di Sulmona ospiterà all’interno dei suoi suggestivi spazi espositivi, nel Refettorio e al primo piano, le due mostre: Pietro Guida - Il Mito: lo specchio del mondo e Giovanni Hajnal - Sulle orme di Dante dalla lettura al segno grafico.

Il passaggio del Giro d'Italia che lo scorso 16 maggio ha portato i corridori da Castel di Sangro a Campo Felice con attraversamento del centro abitato di Celano ha rappresentato un momento importante di promozione turistica in particolar modo per il comune di Celano legato al beato Tommaso da Celano, primo agiografo di San Francesco, ricordato anche nel corso del collegamento della tappa del Giro. 

L'Amministrazione proprio nello scorso mese di gennaio ha accolto, infatti, con entusiasmo il progetto ideato e presentato dall'attore Corrado Oddi l'interprete protagonista del docufilm sulla vita di Tommaso che sarà girato in parte anche nel centro marsicano, luogo natale del Beato.

Il Comune di Celano ha già finanziato realizzazione del soggetto e della sinossi con richiesta di coinvolgimento al progetto alla Regione, alla Provincia dell'Aquila, al Ministero dei beni culturali, a istituti bancari, fondazioni e a diverse aziende locali. Anche il GAL (Gruppo si Azione Locale) ha manifestato interesse alla realizzazione di tale progetto. La realizzazione di un docufilm sul territorio rappresenta una forma di valorizzazione culturale e turistico.

 

Il 29 e 30 Maggio tornano le Cantine Aperte, la festa del vino più grande d’Europa, con 22 aziende regionali pronte ad accogliere gli enoturisti in totale sicurezza.

Artinvita il Festival Internazionale degli Abruzzi dopo il successo dello scorso anno torna protagonista dal 25 giugno all'11 luglio 2021, con un nuovo cartellone che presenta una nuova edizione attraverso tematiche di rottura con uno sguardo verso l’ecologia e il futuro immediato della nostra evoluzione di specie. La programmazione 2021, infatti, si concentra sul concetto di rivoluzione culturale partendo dal presupposto che la rivoluzione si comincia mettendo in crisi i rapporti di genere e le nostre relazioni, a partire da quella col mondo in cui viviamo.
«Ogni artista è chiamato a dialogare con queste tematiche attraverso un approccio di ricerca e molto spesso scientifico e tecnologico in vista del nuovo umanesimo dell’arte contemporanea che sta riconnettendo i progressi della scienza comunicandoli alla gente in maniera diretta e poetica» precisa il Direttore Artistico abruzzese Marco Cicolini che continua: «la pandemia sta segnando definitivamente il nostro percorso di esseri umani e non possiamo ignorare questo passaggio epocale, non possiamo evitare di farci domande e di riconsiderare il nostro ruolo nel mondo. Come tutti i momenti di crisi c’è bisogno di scelte radicali, nette, e secondo noi devono volgere in funzione della libertà di espressione sociale e soprattutto verso un approccio sostenibile dell’esistenza, l’arte è un veicolo indispensabile per questo messaggio».
Le prime belle novità per questa edizione arrivano dal punto di vista organizzativo. Grazie alla sua identità italo-francese il Festival riceve da quest’anno, assieme ad altre 12 organizzazioni italiane, il prestigioso supporto della Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea ed è grazie al supporto di istituzioni private e pubbliche e aziende che il Festival sta riuscendo a proporre le sue attività affermandosi sempre più come un riferimento per il centro Italia. Quest’anno infatti Artinvita riceve il contributo del Consiglio della Regione Abruzzo, che sta credendo nel rilancio del Territorio attraverso iniziative come questa, e per il quarto anno il sostegno del Main Partner Serenity Spa confermando una splendida intesa come dichiarato da Emanuela D’Intinosante, HR Manager Italy di Serenity Ontex: «Anche quest’anno Serenity Ontex, è felice di sostenere Artinvita così come ha fatto sin dalla sua prima edizione. La nostra azienda coltiva un rapporto speciale con il territorio abruzzese, nel quale è presente da quasi 30 anni, fatto di solide radici locali e al tempo stesso di apertura al mondo, in quanto parte di un gruppo internazionale. Nel Festival ritroviamo lo stesso spirito, fatto di amore per questa Regione, da raccontare prima di tutto attraverso l’arte nelle sue varie forme, un’espressione del valore di ciascuno di noi. Le persone sono da sempre la nostra priorità». 




IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE 2021

Da quest’anno ci sarà un nuovo Comune che si unisce alla rete, Pennapiedimonte, appena fuori dalla strada Marrucina sulla quale il Festival lavora con gli altri Comuni riconfermati, Guardiagrele, Orsogna, Crecchio e Ortona. Proprio a Pennapiedimonte si svolgerà una camminata nella natura con l’etnobotanico Alessandro di Tizio che accompagnerà 20 bambini alla scoperta delle erbe selvatiche che saranno raccolte e cucinate in collaborazione con il ristorante Villa Maiella. La cucina è una forma d’arte fondamentale per la ricerca del benessere, è il modo più diretto tramite il quale percepiamo il mondo e non può essere esclusa dal lavoro del Festival. Con questa filosofia saranno proposti progetti e spettacoli di Performative, Arti visive, Musica, Cinema, Installazioni, come la tappa di residenza che il video-artist Simon Rouby svolgerà tra Guardiagrele e Crecchio per il progetto Pangea che indaga il mondo dei terremoti tra Abruzzo e Giappone a partire dagli studi geologici del professore di Roma Tre Claudio Faccenna. Rouby creerà un’installazione di videomapping sulla facciata dello splendido Auditorium Santa Maria da Piedi. Sempre nell’Auditorium di Crecchio si svolgeranno altre due performance: il 26 giugno lo spettacolo Di Grazia, un percorso di passione e possessione, frutto della collaborazione tra il coreografo Alexandre Roccoli e la performer di origini calabresi, Roberta Lidia De Stefano, un viaggio in tre atti: dal Mondo antico, alla Ciociaria , al Mondo futuro. L’8 luglio la creazione Chants d’amour tra musica, teatro e video degli artisti Alvise Sinivia, Noemi Boutin e Jules Benveniste, a partire dal testo Le Funambule, di Jean Genet che i tre giovani artisti hanno definito «un canto d’amore rivolto all’atto di creazione».

L’apertura del Festival si svolgerà invece il 25 giugno a Guardiagrele, Comune che crede molto nel Festival con il quale si sta creando una bellissima sintonia. Il primo evento vedrà protagonista la fotografa Ada Tanquerel, che ha firmato la creazione del manifesto di questa quarta edizione e che l’anno scorso ha presentato la sua installazione di foto dei bambini nelle strade di Crecchio. Quest’anno un’altra installazione fotografica dell’artista Newyorkese invaderà le strade del borgo Guardiese. La Tanquerel racconta così il suo progetto: «Realizzerò un collage di immagini animali sproporzionate, riportando tutti noi alla scala delle nostre piccole dimensioni rispetto alla natura nel senso ampio del termine. Vorrei capovolgere i rapporti, come se fossero loro a guardarci, gli animali, a metterci alla prova, a mangiarci». Una performance musicale accompagnerà il pubblico a visitare questa esposizione diffusa dopo un piccolo concerto nel suggestivo Orto Santoleri dove sarà presentata tutta la programmazione a partire dalle ore 19:00. 

Il 27 giugno per il secondo anno saranno ospiti del Festival Daria Deflorian e Antonio Tagliarini con il loro spettacolo Scavi alla Torre della Loggia di Ortona, una performance diffusa tra il pubblico che indaga, con il cinismo e l’ironia di questi due grandi artisti italiani adorati in tutta Europa, i labirinti della mente umana. Proprio a partire dal 27 giugno inizieranno i lavori del collettivo parigino Rêve Concret che sarà in residenza a Orsogna per presentare il 3 e 4 luglio al Teatro Comunale Camillo De Nardis lo spettacolo Une Absence de Silence diretto da Mathieu Touzé, liberamente ispirato dal romanzo di Olivia Rosenthal Cosa fanno le renne dopo Natale?. Con questa residenza inizia una collaborazione importante per Artinvita con il Théâtre 14 di Parigi che da circa due anni sta innovando il linguaggio e lo spirito del teatro contemporaneo in Francia. Rinnovata per questo progetto anche la collaborazione con la Compagnia milanese di Circo Contemporaneo Quattrox4.

Il Festival si concluderà all’insegna del Cinema con la presentazione il 10 luglio dei cortometraggi in concorso del Balkan Cinema Express presso il Cinema Garden di Guardiagrele e l’inaugurazione l’11 luglio di Sguardi Italiani - Rassegna cinematografica sotto le stelle che si svolgerà come di consueto a Orsogna in piazza Largo di Piano Castello tutte le domeniche e andrà avanti fino all’8 agosto.


Giornate FAI di primavera

  • Lunedì, 10 Maggio 2021 15:31

Tornano le Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio all’insegna di coraggio, orgoglio e generosità perché è questo lo spirito della 29ª edizione delle 2021.

Sono stati consegnati oggi i lavori di restauro di un importante gruppo di opere della Basilica di Santa Maria di Collemaggio. “L’Incoronazione di Celestino”, “Rinuncia al papato” e “Morte di Celestino” potranno tra qualche mese essere finalmente ricollocate nella Basilica dove sono conservate le spoglie di Papa Celestino V, nella casa della Perdonanza. Un quarto dipinto, “Maria riceve doni dal popolo ebraico”, sarà invece interessato in questa fase al consolidamento, per poi essere sottoposto al restauro completo, che renderà possibile ricollocare in Basilica anche quest’opera.

Questo intervento di recupero nasce da un accordo tra il Segretariato Regionale MIC per l’Abruzzo e l’Associazione Panta Rei di Promozione Sociale dell’Aquila, presieduta dall’avvocato Maria Grazia Lopardi, che dopo il sisma del 2009, ha promosso raccolte fondi per finanziare, inizialmente, il recupero di una porzione del pavimento della Basilica Celestiniana. Dopo l’intervento dell’ENI a sostegno del restauro dell’imponente monumento, i fondi raccolti da Panta Rei sono stati destinati al recupero delle opere citate, e man mano la donazione è stata implementata sino a raggiungere la cifra di € 47.200,00.

Il piano di restauro dei dipinti era stato seguito al suo avvio, con grande passione, dalla dottoressa Bianca Maria Colasacco, storico dell’arte della Soprintendenza ABAP per L’Aquila e il Cratere. A sbloccare la situazione, dopo il suo pensionamento, è stata invece la costituzione, a supporto del Segretariato quale stazione appaltante, di un gruppo di lavoro ad hoc della Soprintendenza, guidato dal RUP arch. Carla Pancaldi, e composto dallo storico dell’arte dott. Tancredi Farina e dalla restauratrice dott.ssa Maria Fernanda Falcón Martínez, progettisti e direttori dei lavori, dalla restauratrice dott.ssa Giulia Cervi, supporto al RUP, infine dal professionista esterno, ing. Maria Grazia Sambenedetto, individuata coordinatore della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione.
I lavori, affidati alla ditta R.O.M.A. Consorzio, avranno una durata di 84 giorni al fine di ricollocare i dipinti al loro posto nella Basilica in occasione della prossima edizione della Perdonanza Celestiniana.


 

Le Matres Matutae all'Imago Museum

  • Martedì, 27 Aprile 2021 14:57

A Pescara ha riaperto l'Imago Museum recentemente inaugurato con la mostra “Warhol e Schifano tra pop Art e classicismo” 

 Compirà 100 anni domani, 17 aprile 2021, Gilberto Malvestuto, l’ultimo ufficiale in vita della Brigata Maiella.

Si è inaugurato oggi lunedì 8 febbraio l’Imago Museum (in Corso Vittorio Emanuele II, 270 a Pescara) con la mostra  “WARHOL E SCHIFANO TRA POP ART E CLASSICISMO”, «un progetto culturale internazionale interamente finanziato e realizzato dalla Fondazione Pescarabruzzo, che così aggiunge a favore della comunità locale un ulteriore capolavoro ai suoi ‘gioielli di famiglia’», precisa il Presidente, prof. Nicola Mattoscio.

Novità Editoriali HomePage

Foto d'Abruzzo

  • Piano di Tarica
    Piano di Tarica
    ph. Luciano Di Martino
  • Pescocanale ai piedi dei monti Simbruini
    Pescocanale ai piedi dei monti Simbruini
    ph. Franco Persia
  • I Monti Simbruini Ernici con la vetta del Viglio
    I Monti Simbruini Ernici con la vetta del Viglio
    ph. Franco Persia
  • 1 Premio Natura il fratino
    1 Premio Natura il fratino
    ph. Mirko Zanetti
  • 2 Premio Natura: Smeraldino
    2 Premio Natura: Smeraldino
    ph. Alessio Cipollini
  • 3 Premio Natura: Attack from the air
    3 Premio Natura: Attack from the air
    ph. Mauro Rossi

Novità Editoriali

Dalle rubriche

Lara Molino

Lara Molino, cantautrice, compositrice e musicoterapista, ha composto fino ad oggi circa 200 canzoni in lingua italiana e dialetto abruzzese Leggi tutto

Franco Summa

Riportiamo l'intervista a Franco Summa (pubblicato sulla rivista D'Abruzzo n.115 autunno 2016) a ricordo dell'artista scomparso il 25 gennaio. Leggi tutto

La corsa degli zingari

La tradizione della corsa degli zingari a Pacentro Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10