Tutto su turismo, cultura e ambiente
Accedi Registrati

Accedi

Il carrello è vuoto
Il carrello è vuoto

22° edizione nuotata nella costa dei trabocchi e Premio D'Abruzzo per l'ambiente

Giunta alla 22° edizione, la casa editrice Menabò della rivista D’Abruzzo da appuntamento ad Ortona il 5 agosto ore 10.00 al Lido Saraceni per la “Nuotata ecologica non competitiva nella costa dei trabocchi” appuntamento consueto per i tanti amanti del mare e del nuoto organizzato in collaborazione con la capitaneria di Porto di Ortona.

Si partirà alle ore 10,00 dal lido Saraceni di Ortona con la tradizionale nuotata  (percorso di 2600 mt dal Lido Saraceni alla punta dell'Acquabella - iscrizioni online al link www.pisgab.com/trabocchi/form.html)  che coinvolge sempre numerosi appassionati ed aderisce al circuito di traversate a nuoto "Circuito Adriatico Acque Libere", organizzate sulla costa Adriatica. Si proseguirà, come di consueto, il pomeriggio alle ore 18,00 presso la Lega Navale di Ortona per la consegna del “Premio D’Abruzzo per l’ambiente” a Vincenzo Olivieri Presidente del Centro Studi Cetacei e Direttore del centro di recupero tartarughe marine “L.Cagnolaro” a Pescara.


Vincenzo Olivieri
Medico Veterinario dal 1982 è esperto veterinario consulente dell' I.S.S. per il Progetto di Sanità Veterinaria nella Repubblica di El Salvador C.A e Dottore di ricerca in “Produzioni animali, biotecnologie e sicurezza alimentare” e specialista in Ispezione degli alimenti di origine animale. È Membro in qualità di esperto del Tavolo di Coordinamento della rete Nazionale Spiaggiamenti Mammiferi Marini (ReNaSMM) istituito dal Ministero Della Salute Direzione Generale Della Sanita” Animale e dei Farmaci Veterinari di concerto con il Ministero Dell’ambiente e della Tutela Del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare. Presidente del Consiglio Direttivo nazionale del Centro Studi Cetacei ONLUS (prima rete italiana degli spiaggiamenti di Cetacei e Tartarughe) Direttore del Centro Recupero Tartarughe marine “L. Cagnolaro” di Pescara.


L’incontro “Adriatico tra pesca e biodiversità” organizzato in occasione del Premio d’Abruzzo per l’ambiente, offrirà l’occasione per discutere della problematica dell’inquinamento della plastica nei mari, “un rischio per la fauna marina che purtroppo oggi è di estrema attulità” spiega il direttore della rivista D’Abruzzo, Gaetano Basti. “La salute del mare è strettamente legata alla nostra, e se le acque sono piene di rifiuti, quelli finiscono nel ciclo alimentare mettendo a rischio non solo la salute degli abitanti del mare ma anche la nostra”.

Quest’anno il Premio D’Abruzzo per l’ambiente sarà consegnato al dott. Vincenzo Olivieri in particolar modo per la sua attività di tutela, salvaguardia degli ambienti marini all’interno del Centro Studi Cetacei ed in quello di recupero delle tartarughe marine “L. Cagnolaro”, a Pescara. Questi centri rappresentano dei punti di riferimento a livello nazionale non solo per la comunità scientifica ma anche per tanti giovani studiosi che collaborano all’interno di queste strutture di livello nazionale e internazionale.

All’incontro che si terrà alle ore 18.00 alla Lega Navale di Ortona parteciperanno: Leo Castiglione, (Sindaco di Ortona) Mario Mazzocca (Assessore regionale Ambiente Ecologia), Gaetano Basti, (Direttore editoriale Menabò), Eugenio Rapino, (Presidente Lega Navale sezione Ortona), Donato De Carolis, (Direttore Marittimo di Pescara), Francesco Chiavaroli (Direttore ARTA), Elisabetta Guidobaldi (Responsabile sede ANSA) Franco Ricci (Presidente FLAG Costa dei trabocchi), Leone Cantarini (Presidente Area Marina Protetta Torre del Cerrano).




Durante la serata sarà presentata la nuova edizione della guida La via verde della costa dei trabocchi




  • 187
Devi effettuare il login per inviare commenti