Tutto su turismo, cultura e ambiente
Accedi Registrati

Accedi

Il carrello è vuoto
Il carrello è vuoto

Miserere mei Deus

  • Venerdì, 10 Aprile 2020 16:27

Testo di Giampiero Perrotti*

È l'ora dell'inoltrato imbrunire quando lungo la ripida gradinata della cattedrale di San Giustino iniziano a scendere i simboli della Passione di una delle più antiche processioni del Venerdì Santo

Le Farchie

Foto di Antonio Corrado

Fara Filiorum Petri, il cui toponimo riporta ai gastaldati longobardi, si innalza sulla vallata del fiume Foro. I suoi abitanti festeggiano la ricorrenza di Sant'Antonio Abate accendendo le farchie, enormi fasci di canne, come dice anche il nome derivante dalla voce araba afaca (torcia - fascio di canne), con una circonferenza di oltre un metro ed un'altezza che qualche volta supera i dieci.


Novità Editoriali HomePage

Foto d'Abruzzo

  • Cima Colle d'Acquaviva
    Cima Colle d'Acquaviva
    Foto di Simone Giordano
  • Grotta Sant'Angelo a Balsorano
    Grotta Sant'Angelo a Balsorano
    Foto di Franco Persia
  • Il risveglio della natura
    Il risveglio della natura
    Foto di Cesare Pompilio
  • Torrente Avello
    Torrente Avello
    Foto di Simone Giordano
  • Eremo di San Bartolomeo in Legio
    Eremo di San Bartolomeo in Legio
    Foto di Maurizio Anselmi

Novità Editoriali

Dalle rubriche

Lara Molino

Lara Molino, cantautrice, compositrice e musicoterapista, ha composto fino ad oggi circa 200 canzoni in lingua italiana e dialetto abruzzese Leggi tutto

Franco Summa

Riportiamo l'intervista a Franco Summa (pubblicato sulla rivista D'Abruzzo n.115 autunno 2016) a ricordo dell'artista scomparso il 25 gennaio. Leggi tutto

La corsa degli zingari

La tradizione della corsa degli zingari a Pacentro Leggi tutto

Dalla DOP Tullum alla DOCG

Il Consorzio di Tutela Dop Tullum ha organizzato una tre giorni per festeggiare i 10 anni dal riconoscimento della Dop Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10